Globalist:
Line

NEAR EAST NEWS AGENCY
Agenzia Stampa Vicino Oriente

 
Connetti
Utente:

Password:



ISRAELE

Israeliano fa sciopero fame con palestinesi

Yaniv Mazor, incarcerato come refusnik, fa lo sciopero della fame contro la «detenzione amministrativa» inflitta ad oltre 300 dei circa 5mila prigionieri politici palestinesi

adminSito
domenica 17 giugno 2012 19:02

Soldati israeliani sorvegliano contadini palestinesi al lavoro
Soldati israeliani sorvegliano contadini palestinesi al lavoro

Tel Aviv, 17 giugno 2012, Nena News - «Ho deciso di dare il mio contributo alla lotta dei prigionieri politici palestinesi contro la detenzione amministrativa». Con queste parole dette al suo avvocato, il militare refusnik Yaniv Mazor, 31 anni, di Gerusalemme, ha spiegato la sua decisione di rifiutare il cibo nel carcere militare di Tzrifrin dove si trova detenuto per essersi rifiutato di far parte delle Forze Armate israeliane. Lo riferisce stasera il quotidiano Haaretz.

Mazor considera l'esercito israeliano «una forza di occupazione» ed è stato condannato qualche giorno fa a tre settimane di carcere militare. La sua protesta, ha precisato all'avvocato, non è legata alla condanna subita ma alla ferma intenzione di dare pieno appoggio ai palestinesi in lotta contro la "detenzione amministrativa", ossia la carcere per mesi, talvolta per anni, senza processo e solo su raccomandazione dei servizi di sicurezza.

L'israeliano ha rifiutato più volte di prestare servizio da riservista e prende regolarmente parte alle iniziative dei gruppi contro l'occupazione «Breaking the Silence» e «Tayyush». Nena News