Globalist:
stop
Line

NEAR EAST NEWS AGENCY
Agenzia Stampa Vicino Oriente

 
Connetti
Utente:

Password:



TUNISIA

Tunisia, cariche polizia contro cortei di protesta

Il Fronte 17 dicembre composto da attivisti della rivoluzione e la Sinistra contestano politiche del governo del partito islamista Ennahdha e chiedono rispetto dei diritti delle donne

adminSito
venerdì 10 agosto 2012 12:11

Roma, 10 agosto 2012, Nena News - Torna ad infiammarsi Sidi Bou Zid dove ieri si è svolta una manifestazione del "Fronte 17 dicembre" composto dagli attivisti che parteciparono alle sommosse contro il dittatore Ben Alì. I manifestati hanno accusato il governo retto dal partito islamista Ennahdha di non aver mantenuto le promesse. Il corteo si è diretto verso la sede del governatorato ma è stato violentemente disperso dalla polizia che ha fatto uso di lacrimogeni e persino di proiettili di gomma. Diversi intossicati e un ferito fra i manifestanti.

Nella notte nuove cariche contro i cittadini che chiedono conto al governo delle false promesse con le quali è arrivato al potere il partito Ennahdha, accusato di essere impegnato a ripristinare le pratiche della Ben Alì (polizia politica, tortura, liberalismo sfrenato, limitazioni alla libertà di espressione, nepotismo) che ad affrontare i problemi delle regioni più povere.

Da segnalare anche la manifestazione a Tunisi davanti alla sede dell'Assemblea nazionale a favore dei diritti civili e delle donne, messi a rischio dal governo islamista. Al corteo hanno partecipato rappresentanti dei partiti di opposizione e ong, tra cui il Partito dei lavoratori tunisino (Comunisti) e Nida Tounes dell'ex primo ministro Beji Caid Essebsi, ma anche gruppi di femministe. «Nessuna rivoluzione senza le donne» hanno scandito i manifestanti. Nena News