Globalist:
stop
Line

NEAR EAST NEWS AGENCY
Agenzia Stampa Vicino Oriente

 
Connetti
Utente:

Password:



CISGIORDANIA

Cisgiordania, sale la protesta contro omicidi donne

Ieri a Ramallah nuovo sit in contro l'aumento delle uccisioni «per motivi d'onore». Il caso di Nancy Zaboun assassinata il mese scorso in pubblico a Betlemme.

adminSito
sabato 11 agosto 2012 12:20

Manifestazione contro i delitti d'onore
Manifestazione contro i delitti d'onore

Ramallah, 11 agosto 2012, Nena News - Basta alle uccisioni di donne, sì all'aumento delle pene per i responsabili degli omicidi. Sono questi gli slogan che centinaia di palestinesi hanno scandito ieri nel centro di Ramallah per denunciare l'impennata degli omicidi di donne compiuti per cosidetti «motivi d'onore» da mariti, fratelli e padri.

Quest'anno si è registrato un aumento delle uccisioni «d'onore». Il caso più brutale è avvenuto a Betlemme dove Nancy Zaboun, una giovane madre di 27 anni, è stata sgozzata dal marito in un mercato della città davanti a decine di persone. Zaboun, che veniva regolarmente picchiata dal marito, Shadi Abdallah, di 32 anni, è stata uccisa solo per aver chiesto il divorzio, peraltro a breve distanza dal tribunale dove aveva appena preso parte alla prima udienza convocata dal giudice.

Le organizzazioni in difesa dei diritti delle donne e di tutela dei diritti umani, sottolineano l'indifferenza delle isituzioni palestinesi. Nancy Zaboun aveva più volte denunciato le percosse subite dal marito ma la polizia non aveva mai preso provvedimenti. Lo stesso avviene nella maggior parte delle denunce di violenze domestiche che le donne presentano alle autorità (in numero peraltro largamente inferiore rispetto ai casi effettivi).

Lo scorso anno almeno 11 donne sono state uccise per motivi d'onore nei Territori occupati palestinesi. Quest'anno sono già 12 e a nulla sembra essere servito l'emendamento voluto lo scorso anno dal presidente dell'Anp Abu Mazen al codice penale che ha innalzato le pene previste per i responsabili dell'assassinio «per onore». La legge peraltro continua a prevedere forti attenuanti per l'omicidio di donne compiuto in stato d'ira. Nena News